Ideavino racconta «Calici di stelle 2013»

di

Calici di stelle 2013

Ogni anno, il 10 Agosto, in tutte le piazze italiane si attende la visione delle stelle cadenti “in compagnia” di un buon calice di vino. Conferenze, spettacoli, degustazioni in varie città italiane hanno animato l’edizione 2013 dell’evento ormai rinomato: Calici di stelle.

Ideavino con la sua componente femminile dislocata sullo Stivale vuole regalarvi stralci di un “ebbro” San Lorenzo. Dal Veneto alla Sicilia…ecco cosa abbiamo appuntato e degustato.

Nella splendida cornice della più antica tonnara della Sicilia Orientale, l’ex Tonnara di Marzamemi, oggi Palazzo Villadorata, ammantata dalle luci del porto, un corteo di stimati eno-appasionati e (pochi) sommeliers hanno avuto modo di apprezzare i sapori della Sicilia. In apertura, banchi da degustazione con mandorle (la “pizzuta”) e miele, confetture di mandarini e arance, morbide fette di pane (frutto di grano autoctono). Cito alcune tra le aziende agricole aderenti al circuito Strade del vino e dei sapori della Val di Noto:

-l’Azienda Salvatore Campisi con l’esposizione di pregiate conserve di prodotti ittici siciliani come la bottarga e il mosciame di tonno;
-l’azienda Busulmona con un banco di degustazione dell’olio extra vergine di oliva D.O.P. Monti Iblei;
- l’azienda agricola S. Andrea, orientata e specializzata nella coltivazione di piante di noci e ciliegi, in collaborazione con ARA’, con una presentazione e degustazione di noci non trattate del territorio.

Protagonisti indiscussi, ovviamente, i vini siculi: Nero d’Avola, Grillo, Inzolia, Moscati e Passiti di ogni sorta. Quest’anno la mia attenzione è stata rapita dai vivaci moscati, con le loro note di fiori d’arancio e i colori dell’oro e del sole. Meritano, a mio parere, il Moscato Passito “Aruci” dell’azienda agricola Avola, una azienda al femminile che vuole riqualificare il territorio netino; moscato vellutato con un retrogusto di miele (tipico dell’uva passa) è ideale per accompagnare dolci di pasta di mandorla. Notissimo dell’azienda agricola Rio Favara, una delle poche aziende che ha adottato una nuova tecnica di concimazione che vede l’utilizzo di stallatico modicano per abbracciare un tipo di agricoltura naturale e biologica a tutto tondo. Già vincitore nel 2011 tra i migliori vini dolci siciliani con cinque stelle, di colore giallo paglierino, equilibrato al palato, sprigiona sul finale una armonica fusione di albicocca, vaniglia e arancia.

Novità 2013: Passuli, il Passito di Nero d’Avola dell’azienda agricola Arfò, che conta una grande tradizione vitivinicola del Nero d’Avola. La sua dolcezza estrema lo rende un partner ideale probabilmente con formaggi erborinati e dal gusto deciso come quelli stagionati. Vino con grande personalità, il suo colore conserva i riflessi violacei delle uve di Nero d’Avola.

Le aziende vinicole che hanno aderito all’evento “Calici di Stelle 2013″ a Marzamemi: Az.Arfò, Az. Agric Avola, Barone Sergio, Cantine Gulino, Curto, Feudo Ramaddini, Graffetta, Marabino, Riofavara, Tenuta dei Fossi, Terre di Noto, Vigne in Val di Noto, Vini Sultana, Zisola.

…intanto in quel di Verona, la nostra inviata Sonia Biasin. Ecco il suo intervento.

A Verona “calici di stelle” si è divisa in tre grandi eventi; in una zona a così alta vocazione vinicola era inevitabile non brindare al cielo in tutti i modi possibili.

Monteforte d’Alpone è il comune a maggior concentrazione viticola in Italia, con il 95% della superficie agricola disponibile coltivata a garganega, vitigno base della Docg Soave. Nel suo centro storico “Calici di Stelle” è stato festeggiato venerdì 9, con musica e aperitivi a base di pizza e anguria e sabato 10 con una serata enogastronomica che ha visto 31 produttori con i loro Soave e Recioto accompagnare numerosi piatti della tradizione. Ad intrattenere un vero e proprio cantastorie, Otello Perazzoli, per rievocare ma anche riscoprire la cultura e le tradizioni contadine dell’est veronese.

Nel suggestivo scenario di Santa Maria In Valverde a Pezza di Marano di Valpolicella la serata del 10 agosto si è aperta con un concerto d’archi e la possibilità’ di osservare le stelle con telescopi assistiti da astrofili professionisti. Tante ovviamente le degustazioni di vini locali e dei rinomati Amaroni con la premiazione del concorso enologico La Selezione del Sindaco: miglior vino, l’Amarone della Valpolicella Doc Classico “Vigneti di Jago” 2007 della Cantina Valpolicella Negrar prima classificata.

Due giorni anche a Colognola ai Colli, per le eccellenze enologiche del Soave e della Valpolicella e per festeggiare la notte delle stelle cadenti. In questa zona, privilegiata per la produzione sia del Valpolicella che del Soave, l’87% della superficie agricola totale è coltivata a vigneti. Tema di questa edizione è stata la ricorrenza del bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi con un concerto, venerdì 9 agosto, dell’orchestra classica Art Ensamble. Sabato 20 lungo la suggestiva Scalinata Zandomeneghi, i sommelier dell’Onav, hanno allestito degustazioni di vini del territorio: Soave spumante, Soave Doc, Valpolicella, Valpolicella Superiore e, sull’ultimo gradone, in alto, i vini da meditazione Recioto di Soave e Recioto Valpolicella.
Non mancavano ovviamente gli abbinamenti con prodotti tipici locali.

Alla prossima!

Commenta l'articolo