Nuove applicazioni Iphone-Android nel mondo del vino.

di

iphone

Ecco arrivano, per chi lavora nel settore vinicolo e per tutti gli amanti del vino, le nuove applicazioni Iphone e Android.

Le applicazioni che andrò a descrivere offrono, a tutti coloro che ne usufruiscono, guide pratiche su i migliori vini d’Italia, liste delle migliori cantine e nomi di produttori ai quali possiamo rivolgerci per scegliere il nostro vino.
Ma vediamo alcune tra le ultime arrivate nel mercato che possono tornarci utili.

Slow wine 2013- la guida dei vini di Slow Food
Slow wine 2013 è un’app che ci consente di avere sempre a disposizione i migliori vini selezionati da Slow Food. L’applicazione,inoltre, permette di condividere il vino che stai degustando in compagnia dei tuoi amici su Facebook o di cercare sulla mappa la cantina più vicina a te.Ottima applicazione, gratuita, buoni i contenuti, guida rapida e utile per chi viaggia senza portarsi dietro la guida cartacea. Insomma, da provare!

Applicazione Strada del Vino dell’Alto Adige
Avete in mente di organizzare una gita in Alto Adige? Bene, questa è l’applicazione che fa per voi e che vi aiuterà a trovare cantine e aziende vinicole, fiere, indirizzi vari e contatti, localizzando la vostra posizione su Google Maps. È un’applicazione gratuita che potrete utilizzare su tutto il territorio con Iphone e Android. Il menù dell’applicazione è abbastanza facile da esplorare e in poco tempo potrete trovare quello che stavate cercando: cantine, strada del vino dell’Alto Adige, eventi, galleria, mangiare, dormire. L’applicazione è disponibile scaricandola a costo zero nell’App Store e nell’Android Market. E allora, buon viaggio!

Arwine
Arwine (dall’inglese wine=vino), è un’altra applicazione per Iphone e Android, nata dall’idea di Cosimo Risoleo e Domenico di Paola. Fiore all’occhiello di quest’app? Permette di usufruire della professionalità e del supporto del noto sommelier italiano Andrea Gori. L’applicazione si scarica gratuitamente dall’apposito AppStore, ma solo in seguito sarà necessario un collegamento in streaming di circa 2mbp per le letture di etichette. Come attivare Arwine? Basta puntare il proprio smartphone direttamente sul QRCode delle etichette dei consumatori che hanno scelto di utilizzare questo sistema. Il QRCode (per chi non lo sapesse) è una matrice di forma quadrata, una sorta di codice a barre bidimensionale che serve a memorizzare le informazioni lette attraverso dispositivi mobili. Solitamente i fornitori lo utilizzano come rimando al proprio sito internet, ma, in questo caso, serve ad avviare l’applicazione. Una volta effettuato il download sul vostro smartphone appare un’animazione 3D di Andrea Gori che vi illustrerà le variegate peculiarità del vino. Una caratteristica interessante di questa applicazione è la geolocalizzazione, utile per individuare i negozi o locali presso i quali è possibile acquistare il prodotto desiderato.

Oenotools- l’applicazione gratuita per i produttori di vino
Oenotools è l’ultima novità per gli smartphone. L’applicazione permette di aiutare gli enologi nei calcoli utili per la produzione enologica. È assolutamente gratuita ed è sviluppata da Oenobrands in collaborazione con Olivier Zébic. Comodo e conveniente perché contiene quegli strumenti che vengono utilizzati per le conversioni e per i calcoli necessari in cantina. L’App Oenotools mette a disposizione una gamma di strumenti di calcolo rapidi e accurati per vinificazione in quattro lingue: inglese, spagnolo, francese e italiano. Si tratta di un’applicazione innovativa che permette di creare prodotti che soddisfino, allo stesso tempo, quelle che sono le ambizioni e i desideri dei produttori, dei commercianti di vino e dei consumatori. Per maggiori informazioni visitare il sito

Sono diversi i vantaggi dei quali può godere il settore del marketing con tali applicazioni. In primis, sicuramente, il risparmio della stampa e della distribuzione dei volantini. L’utente-consumatore si trova, inoltre, a vivere una nuova realtà, una realtà aumentata che suscita forti impatti emotivi attraverso la visione di immagini, video o la voce di un inventore che racconta la storia. La realtà aumentata ha come fine principale, infatti, quello di spiegare e raccontare ai consumatori la storia, le caratteristiche di quel determinato vino al quale siamo interessati, in mancanza della presenza di un esperto. È come avere un personal sommelier sul proprio cellulare. Eravate già a conoscenza di questo nuovo tipo di tecnologia? Interessante, no?

Commenta l'articolo