Come preparare il vino cotto

di

vino cotto

Sempre più spesso ad Ideavino piace osare e così oggi abbiamo pensato di proporvi una ricetta particolare. In molti leggendo solo il titolo si chiederanno di che cosa si tratta: ecco allora tutte le informazioni per preparare il Vino Cotto!

Fin dall’antichità questa specialità veniva usata per combattere la tosse. Nel tempo si sono mantenute le sue proprietà e cosi eccoci ad illustrare il tutto!
In cucina viene spesso usato per guarnire semifreddi, ricotta fresca al cucchiaio, filetto di maiale dei nebrodi, torte di cannela e ricotta, gelato alla vaniglia, o come ingrediente base per creare altri dolci come i mustaccioli (tipici dolci siciliani).

Gli ingredienti necessari non sono molti, anzi! Bastano 3 litri di mosto d’uva. La qualità è a vostro piacimento.

Per prima cosa filtrate il mosto d’uva appena pigiata mediante l’utilizzo di un colino (questo serve per evitare che ci siano residui di bucce o semi).
A questo punto riponete il succo ricavato in una pentola e mettete sul fuoco.
Appena il mosto inizia a bollire riducete la fiamma e lasciate sul gas anche per alcune ore. Ricordate di mescolare continuamente fino a quando il liquido si sarà ridotto a un terzo della quantità iniziale.
Con un contenuto di tre litri di mosto considerate che si otterrà circa 1 litro di vino cotto.
Il vostro risultato sarà di ottimo gusto se deciderete di aggiungere durante la cottura qualche scorza di cannella, chiodi di garofano, e delle bucce di arance essiccate al sole tritate.
Per valutare se il preparato è cotto allora versatene un po’ con un cucchiaio su di un piatto; se il composto fa fatica a gocciolare allora significa che è pronto! Lasciate riposare il tutto al fine che si raffreddi e poi versatelo in bottiglie di vetro ben pulite e asciutte (se preferite fatelo prima filtrare).
Il vino cotto si conserverà per parecchi mesi e sarà sempre ottimo per essere consumato!

Fonte immagine: guardiagreleweb.net

Commenta l'articolo