Polvere di stelle nel Caubernet Savignon

di

vino-meteorite

Qualche anno fa, un provvedimento (regolamento n. 1507/06 ) aveva vietato di produrre vini al gusto di «truciolo». Il truciolato o «segatura» veniva impiegato (nonostante il divieto) per invecchiare il vino con un risparmio nel costo di produzione del 50%.

Tra i casi di adulterazione vinicola ricordiamo:

  • vino con aggiunta di metanolo;
  • vino con aggiunta di acido prussico (ricavato dalle mandorle amare) ;
  • vino con aggiunta di zucchero nel mosto.

La notizia sorprendente oggi giunge dal Cile. Ian Hutcheon, produttore cileno, ha voluto miscelare un Caubernet Savignon al gusto di…meteorite! Il Meteorito (così chiamato dal suo stesso inventore) è stato fatto invecchiare in botte con un frammento di asteroide proveniente dal deserto di Atacama e datato 4,5 miliardi di anni fa. Secondo Hutcheon, l’esperimento offre la possibilità, a chi come lui è appassionato di astronomia, di avere in mano qualcosa proveniente dallo spazio. A sua detta, inoltre, pare che i il Caubernet abbia assunto un gusto più deciso. Sarà vero?

Fortunati i membri dell’osservatorio astronomico Tagua Tagua, perché sarà l’unico posto dove si potrà bere il «vino spaziale».

 
Ilaria Sangregorio

Fonte Immagine: http://www.link2universe.net

Commenta l'articolo