Come scegliere il vino giusto? Vi segnaliamo tre app da non perdere!

di

brindisi-tramonto1

La crescita degli smartphone ha indotto a creare application sempre più su misura del cliente. Il mobile è sempre più necessario per le aziende, in questo caso vinicole, dato che la maggior parte degli utenti va in cerca di info tramite il proprio «cellulare». Attraverso le app è possibile promuovere il proprio prodotto in modo immediato, puntando sull’accessibilità, usabilità, grafica accattivante e/o semplice ma soprattutto indirizzare l’ipotetico acquirente verso la propria azienda vinicola con servizi di geocalizzazione.

Passiamo dunque al vaglio, alcune app di ultima pubblicazione:

Il cucchiaio di Argento
Selezione vini e abbinamenti di Andrea Gori (sommelier 2.0)

La home presenta icone gradevoli e dai contorni semplici:

  • Vini: i vini (rossi, bianchi, rosati) sono disposti in ordine alfabetico. Cliccando sulla denominazione specifica, una scheda vi illustrerà dettagliatamente le qualità organolettiche del vino prescelto ma anche come servirlo e con quali piatti abbinarlo (vedi abbinamenti);
  • Cibo e vino: potrete scegliere tra le categorie, i piatti tipici della nostra tradizione culinaria. Ogni ricetta ha il suo vino (consigliato);
  • Cantine: presenti su tutto il territorio nazionale, potrete consultare una scheda analitica nella quale è specificato: indirizzo, recapito telefonico, sito web, localizzazione sulla mappa; inoltre, avrete la possibilità di aggiungere un prodotto degustato nella cantina visitata;
  • Mappa / Intorno a me: consente di individuare immediatamente le cantine più vicine al luogo in cui vi troviate;
  • La mia cantina: è una sezione speciale nella quale potrete trovare utili consigli su come servire il vino, come realizzare una cantina e persino «un’appendice» con un glossario tecnico;
  • Io degusto: cliccando su questa icona, potrete personalizzare l’app mediante l’aggiunta di vini e piatti preferiti correlati da foto.

App eccellente, curata nel dettaglio, di facile usabilità.

RistoMenù – Il menù in punta di dita
Realizzata da Bizmate, azienda di professionisti del settore Information Technology e Marketing

RistoMenù è utile non solo per i ristoratori ma anche per i clienti che vogliono provare i migliori abbinamenti di pietanze e vini. Tra le categorie troverete oltre alla carta dei vini, anche le sezioni dedicate alle birre, grappe e whisky. I vini sono presentati tenendo conto del vitigno, azienda, annata e formato (da 150 cl al bicchiere). Si possono anche consultare i piatti correlati di foto e prezzo. Un app sicuramente utile per evitare brutte sorprese o per scegliere consapevolmente tra i portate del menu. La navigazione visuale e interattiva è sicuramente più gradevole rispetto al grigio menù cartaceo. Idea innovativa per un ristorante “tecnologico”. Da consultare assolutamente.

Formaggi e Vini d’Italia
Ideato da Gambero Rosso con il contributo del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali

Per gli amanti del buon vino e del formaggio, questa app è l’ideale. Il menù si apre con sullo sfondo una staccionata, al centro delle quale quale apparirà una cornice con delle foto/immagini e all’estrema sinistra un menù diviso in 5 sezioni. Cliccando sulla foto al centro, vi si aprirà un elenco di formaggi (di capra, pecora e mucca). Selezionando il nome del latticino, una scheda vi racconterà la realizzazione del prodotto, l’aspetto e il gusto, nonché la località di provenienza. Un riquadro grigio invece vi suggerirà quale tipologia di vino abbinare; dopo aver selezionato il vino, un’ ulteriore schermata vi illustrerà l’origine del vino, il vitigno, il colore, il profumo. I vini sono suddivisi per regione e tipologia (rosso, bianco, spumante, dolce). La particolarità di questa app è la sezione dei video, attraverso i quali si può ripercorrere le fasi salienti per la produzione del formaggio (stagionatura, conservazione, ecc). Usabilità mediocre in quanto per tornare alla lista dei formaggi /vini bisogna totalmente uscire dall’elenco principale e cliccare sulla sezione della home. App complessivamente interessante, soprattutto per chi è attento alle «combinazioni» equilibrate.

 

Ilaria Sangregorio

Commenta l'articolo