Buon vino a tutti! Consigli per le feste natalizie

di

champagne

Le feste di Natale sono spesso sinonimo di grandi pranzi e lunghi cenoni con amici e parenti, dove si acquistano vini blasonati o si rispolverano bottiglie stipate nelle cantine per stapparle e accompagnare le portate. Lo spumante poi è diventato sinonimo di festività, uno dei momenti più significativi del fine pasto, accompagnando l’immaginario delle festività natalizie e di fine anno.

Nonostante la crisi economica il vino rimane uno dei prodotti più venduti e consumati dagli italiani in particolare durante le feste. La bottiglia di buon vino è anche quest’anno uno dei regali più apprezzati, in particolar modo si punta sui vini delle aziende più conosciute, principalmente rossi con denominazioni note, anche perché si è convinti della riconoscibilità del prodotto.

Gli italiani, secondo la Cia (Confederazione Italiana Agricoltori) consumeranno principalmente vino autoctono “made in Italy” (90%) senza limitarsi sulla quantità, orientandosi però verso etichette leggermente più economiche. Lo spumante sarà di gran lunga il più consumato e i rossi verranno preferiti ai bianchi.

Proviamo allora ad offrirvi una piccola lista di vini economici ma di qualità da offrire ai vostri commensali durante le feste natalizie.

Per quanto riguarda i rossi:

  • Cannonau di Sardegna Mamuthone 2008 Giuseppe Sedilesu
  • Castel del Monte Rosso V.Pedale Riserva 2007 Torrevento
  •  Nebbiolo d’Alba V.Colla 2007 Fabrizio Battaglino
  • Montepulciano D’Abruzzo Vignafranca 2007 F.lli Barba
  • Sangiovese di Romanga Sup.Primo Segno 2008 Villa Venti

Per i bianchi, utilizzati soprattutto a Natale con piatti di pesce come spigola, rombo capitone e crostacei, ci sentiamo di consigliarvi queste 5 etichette:

  • Friuli Isonzo Pinot Bianco Mauro Drius
  • Greco di Tufo 2009 Cantine dell’Angelo
  • Verdicchio di Matelica Meridia 2007 Belisario
  • Collio Bianco Fosarin 2009 Ronco dei Tassi
  • Custoza Sup. Amedeo 2008 Cavalchina

Questi vini li potete trovare in qualsiasi enoteca a prezzi contenuti, noi consigliamo di assaggiare il prodotto prima di acquistarlo e di non mescolare troppo le qualità, non occorre cambiare etichetta ad ogni portata, basta scegliere il vino giusto che si adatta al menù da voi proposto, magari alternando un vino da servire per l’antipasto e il primo, ad uno più corposo per il secondo, dipende poi dalle portate che metterete in tavola e dai vostri commensali.
Buon Natale e Buon Vino a tutti!

Commenta l'articolo