Vino rosso per contrastare le malattie cardiovascolari

di

vino_rosso

La notizia è rimbalzata in rete molto rapidamente, e non può che far piacere: il vino rosso può aiutare a ridurre la pressione arteriosa e il livello di glucosio nel sangue. A dirlo è una ricerca dell’Università di Maastricht che ha sottoposto ad un particolare trattamento alcune persone obese potenzialmente a rischio di contrarre malattie quali il diabete o incorrere in infarto o ictus. Il trattamento si basava proprio su una molecola presente nel vino rosso: il revestarolo.

I risultati? Senza dubbio molto interessanti:

  • riduzione del consumo energetico
  • minor accumulo di grassi nel fegato
  • livelli inferiori di zuccheri nel sangue
  • pressione più bassa

Una molecola davvero “gustosa” che influenza positivamente il metabolismo energetico.

La quantità di revestarolo contenuta nel vino, in particolare nei chicchi d’uva, non è elevatissima ma è comunque tale da aiutarci a non demonizzare un buon bicchiere di vino rosso a tavola. Evitate però di abusarne, e soprattutto non raccontatelo su Facebook! Se volete consultare la ricerca, la trovate su su Cell Metabolism

Commenta l'articolo